Categorie
Blog

Il rinnovo tacito della concessione demaniale

Con sentenza 27 febbraio 2019, n. 1368, la VI sezione del Consiglio di Stato ha fatto il punto della situazione in merito a rinnovo e proroga delle concessioni demaniali marittime, in merito all’acquisizione delle opere pertinenziali realizzate dal concessionario in vigenza della concessione e, infine, in merito al contrasto di detti istituti con i principi del diritto dell’Unione Europea.

Secondo il consiglio di Stato, successivamente alla sentenza “Prontoimpresa” (Corte di Giustizia dell’Unione Europea 14 luglio 2016, n. 458/14, 67/15), qualunque norma abbia l’effetto di reintrodurre il rinnovo automatico delle concessioni demaniali marittime è da ritenersi illegittima per contrasto con il principio di libertà di stabilimento del diritto dell’UE, indipendentemente dal fatto che tale disposizione sia stata specificamente presa in considerazione dalla Corte di Giustizia nella predetta sentenza.