Site Overlay

Rottamazione delle mini-cartelle. Che fine fanno i processi?

Con sentenza del 7 giugno 2019, n. 15471, le Sezioni Unite della Corte di Cassazione hanno fornito importanti chiarimenti in merito alla sorte dei processi di impugnazione delle cartelle esattoriali di importo pari o inferiore a 1000,00 euro.

Le così dette “mini-cartelle” sono state fatte oggetto di specifica considerazione dal legislatore, con legge 17 dicembre 2018, n. 136 (di conversione, con modifiche, del DL 23 ottobre 2018, n. 119). Tale normativa ne ha decretato la cancellazione (l’annullamento d’ufficio).

La scelta del legislatore si riflette anche sui giudizi pendenti, perchè lo stralcio del debito opera in modo automatico, “ipso jure”, anche indipendentemente dalla adozione di un eventuale provvedimento di sgravio formale (previsto dall’art. 1 del decreto legge). Tale provvedimento ha, infatti, effetti solo ricognitivi e dichiarativi.

Quel che conta è che lo jus superveniens abbia comunque istituito una causa di cessazione della materia del contendere, automatica ed imprescindibile.

Lascia un commento